Vinitaly, grandi risultati per la Regione Marche

Vinitaly, grandi risultati per la Regione Marche

L’importante fiera veronese dedicata al mondo del vino si è conclusa da poco, quindi è il momento di dedicarsi ai bilanci.

Denis Pantini, responsabile del Nomisma Wine Monitor ha dichiarato che “Ogni milione di euro investito dalle Marche in promozione ha generato un ritorno nell’export di vino verso Paesi terzi per 7,5 milioni di euro“.

L’analisi prende in considerazione due consorzi marchigiani, l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini (IMT) ed il Consorzio Vini Piceni, queste cifre servono a fare il punto sulla strada che sta prendendo l’export dei nostri prodotti enologici.

Le esportazioni dei vini marchigiani ha visto una crescita esponenziale negli ultimi 10 anni, specialmente fuori dall’Unione Europea, si parla di un aumento del 75%. Molti sono i Paesi che hanno aumentato gli investimenti nei nostri pregiati vini, partendo dalla Cina, che ha segnato un aumento del 450% circa, seguita da Norvegia, Svizzera e Russia, anche queste ultime hanno riportato una crescita a tripla cifra.

per il futuro…

 

Il futuro è spesso un’incognita, ma il Vinitaly e la nostra esperienza ci portano a pensare che le strategie per ottenere una migliore crescita dei prodotti vitivinicoli nostrani vanno da un miglior presidio nelle zone emergenti (Cina e Giappone), senza dimenticare i grandi buyer come: USA, Regno Unito, Canada e Germania.

Il vero passo in avanti sarà trovare nuovi mercati, uno di essi prevede la comunicazione dei valori che contraddistinguono la nostra Regione, unendo sapientemente il mondo del vino e quello del turismo.